la spesa di dicembre

broccolo romano www.civico30.net

Natale si avvicina a passi da gigante ed è arrivato il momento di pensare alla spesa di dicembre!

spesadicembre.jpg

BROCCOLO, CAVOLO, CAVOLFIORE

Tra tutti gli ortaggi ho scelto il cavolo! Ecco le varietà più diffuse:

le varietà:

– BROCCOLO

Il cavolo broccolo e il cavolo romano (o cimoso), entrambi chiamati broccoli, sono due piante della famiglia dei cavoli la cui parte edibile è costituita dalle inflorescenze ancora immature. I broccoli si consumano previa cottura, lessati o a vapore.

– BROCCOLETTI

I broccoletti sono costituiti da piccole infiorescenze prodotte dal cavolo broccolo ramoso e dalle cime di rapa. Contengono quantità superiori di minerali e vitamine. Si preparano bolliti o al vapore, oppure saltati in padella con olio e aglio (famose le orecchiette con cime di rapa).

– CAVOLFIORE

Il cavolfiore è uno dei cavoli più diffusi. La parte edibile è costituita dall’ingrossamento dei peduncoli floreali. Il cavolfiore può essere bianco, bianco crema o violaceo. È un alimento molto versatile, utilizzato per preparare primi piatti, contorni, puree, nelle minestre, o conservati sott’olio o sott’aceto.


– CAVOLINI DI BRUXELLES

Chiamati anche cavoletti di Bruxelles. Rispetto ai broccoli contengono una quantità superiore di vitamina E. Si consumano cotti, bolliti o al vapore, hanno un caratteristico sapore amaro che non tutti gradiscono: questa caratteristica li rende adatti all’abbinamento con cibi che tendono al dolce come castagne, ceci, salse di frutta.

– CAVOLO CAPPUCCIO

È costituito da foglie lisce raggruppate in un ceppo compatto, di colore variabile (bianco, rosso, verde, viola). Le foglie, molto croccanti, possono essere mangiate crude o cotte. I cavoli bianchi sono cotti e fatti fermentare ottenendo i crauti.

– CAVOLO VERZA 

Possiede foglie di colore verde, grinzose, che formano un cespo compatto ma meno denso del cavolo cappuccio. Contiene un raro principio attivo che protegge le pareti dello stomaco dalle lesioni. Si può mangiare anche crudo, ma è utilizzato maggiormate per preparare minestre, zuppe e brasato insieme alla carne, come nella casoeula lombarda.

al momento dell’acquisto:

Le foglie devono risultare fresche, croccanti, non avvizzite e bene aderenti alle infiorescenza. L’infiorescenza deve essere soda, compatta e priva di macchie scure.

pulire cavoli e cavolfiori:

Lavate il cavolo sotto l’acqua fresca,  eliminate le foglie e il gambo.

Se dovete cucinare il cavolo intero, è preferibile lasciarlo anche un po’ in ammollo in acqua fresca.

Se, invece, volete cucinare il cavolo a pezzetti, mettetelo a testa in giù e, con il coltello, staccate le varie cimette, una ad una.

come conservarlo:

Il cavolo è un ortaggio particolarmente deperibile, si conserva in frigorifero per non più di qualche giorno

le sue qualità:

Sono tantissime le qualità del cavolo!

E’ un antinfiammatorio e antiossidante naturale, è ricchissimo di ferro, più della carne, è ricco anche di fibre e di omega 3 e omega 6 e di calcio, rinforza il sistema immunitario, rinforza cuore e arterie e abbassa la pressione. Inoltre, ègli scienziati hanno riscontrato che il consumo di cavoli è efficace per ridurre il rischio di contrarre alcuni tipi di cancro, con particolare riferimento al cancro al seno, alla vescica, alle ovaie, al colon e alla prostata,

Per oggi è tutto Civix! Buon ponte! ^_^


Photos Civico30 ©

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...